X-MEN: DAYS OF FUTURE PAST

Scritto da Jacopo Braghiroli - 05/06/14
Guarda il trailer

DATI
Regia: Bryan Singer
Sceneggiatura: Simon Kinberg
Durata: 131 min; 148 min Rogue Cut
Anno: 2014

[Jaco] - voto: 8,5
[Raff] - voto: 7,5


[Jaco] - voto: 8,5
Ben quattordici anni fa con il primo X-MEN di Brian Singer si sono gettate le basi per tutti i cinecomics a venire, effetti speciali, superpoteri e personaggi carismatici. Come ho già detto nella recensione della trilogia, la saga dei mutanti è a mio parere il miglior esempio di come la fantascienza possa essere il mezzo per lanciare un messaggio su temi reali, la disuguaglianza, la discriminazione, le lotte per contrastare le avversità, proponendo personaggi reali, dove il bene ed il male non sono così ben definiti, ma i due aspetti si mischiano a seconda dei punti di vista e delle situazioni da affrontare. Quattordici anni dopo siamo ancora qui, con Brian Singer che torna per proporci un progetto molto ambizioso ed emozionante unendo i personaggi da lui creati, sia la generazione adulta di X-Men 1 e 2 e le versioni giovani degli stessi introdotti con X-Men: First Class (di cui ha curato il soggetto). Nuovi personaggi saranno introdotti, ma il ritrovare Logan (Hugh Jackman è Wolverine c***o!), McKellen/Fassbender e Stewart/McAvoy nei panni di Magneto e Xavier, la bravissima e bellissima (nuovo look ben fatto!) Jennifer Lawrence con Mystica e tutti gli altri attori è un'emozione fortissima ed ognuno ha saputo regalare un'eccellente performance, in particolare McAvoy e Fassbender, veramente carismatici. Diversi anni nel futuro, dopo le vicende di X-Men 3 e Wolverine - L'immortale, l'umanità è sull'orlo dell'estinzione, macchine chiamate Sentinelle stanno sterminando sia i mutanti sia gli umani entrati in loro soccorso. Charles Xavier, Magneto, Wolverine e i pochi mutanti rimasti si rendono conto che l'unica possibilità di porre fine a tutto è trovare un modo per tornare nel passato, contattare i se stessi giovani, e tentare di impedire la serie di eventi che hanno portato alla costruzione delle Sentinelle. Da qui parte un film epico, che come già è successo negli altri titoli riesce perfettamente a bilanciare gli innumerevoli personaggi che lo popolano, è un passo in avanti per quanto riguarda l'approfondimento delle personalità di ognuno, c'è molta più maturità, ancora una volta in X-Men non c'è il solito supercattivo da contrastare ma ci sono diverse realtà da affrontare, diverse minacce, e i turbamenti interiori dei personaggi non mancano. Cosa accadrà? Consiglio a tutti i fan e non di andare a vedere questo X-Men, attendo vostri pareri, qui sotto dopo i PRO e i CONTRO parto con la sezione spoilerosa.

PRO
Brividi immediati al tema iniziale che tanto mancava.
Trama e interpretazioni.
Effetti speciali ottimi e funzionali al film.
Occasioni per speculare sulle parti non spiegate chiaramente del tutto e sugli sviluppi futuri.

CONTRO
Non è stato approfondito abbastanza a mio parere Bolivar Trask.
Molti potrebbero lamentarsi delle parti non spiegate e delle discrepanze temporali, che affronterò nella sezione spoiler. In ogni film degli X-Men in ogni caso non ho mai sentito questi difetti come una pecca nel progetto generale, ci sono ma non influiscono sulle storie proposte.


[Raff] - voto: 7,5
Tra sequel, prequel e spinoff vari, siamo arrivati al numero sette, felice ritorno di Bryan Singer (già regista dei primi due) agli X-Men. Se in buone mani e orchestrato sapientemente, quello degli X-Men è un terreno sempre verde dove far coesistere (ancora una volta) presente e passato, colpe e rimorsi, uguaglianze e diversità, sbagli, rimpianti e scelte. “Giorni di un futuro passato” tiene alto il nome della saga, trasportandola ancora una volta in un mondo fatto di personaggi prima che di effetti speciali (qui comunque in abbondanza). Il regista gioca soprattutto sull’intreccio, sul concatenarsi degli eventi, e ne esce un film coinvolgente, a tratti addirittura emozionante (la sequenza del confronto tra il Xavier giovane e quello vecchio), nonostante un tantino lungo e con qualche siparietto comico di troppo (ma comunque in sintonia col carattere commerciale dell’operazione). Uno dei migliori episodi della saga, nonché la sintesi perfetta del “blockbuster intelligente”.

[ATTENZIONE SPOILER]

Iniziamo subito col dire che chi ha seguito tutti i film avrà notato alcune discrepanze temporali (consiglio questo link per un rapido elenco (http://nerdpopculture.wordpress.com/2014/05/26/x-men-saga-tutti-gli-errori-di-continuita/). Ciò è dovuto al fatto che in 14 anni il progetto X-Men è passato in diverse mani, e non tutto poteva/doveva essere per forza collocato dove un film precedente l'aveva posto. "Eh ma Magneto non aveva perso i poteri? Eh ma Xavier non era esploso?". Chi pone queste domande non ha visto le scene finali di X-Men 3. "Eh ma perchè Wolverine ha gli artigli in adamantio? Non li avevano tagliati nel suo secondo film?". Questo dubbio può essere risolto così, a mio parere: DOFP parte presentandoci subito un futuro apocalittico, nulla ci viene spiegato su cosa sia successo dopo la scena dei titoli di coda di Wolverine - L'immortale. C'è un buco, sta allo spettatore riempirlo. Personalmente credo sia stato Magneto a ricoprire nuovamente di adamantio gli artigli di Logan. Ma in ogni caso il come sia stata realizzata quella famosa scena cozza un po' con quello che ci viene buttato in faccia agli inizi di DOFP. E il fatto che Xavier torni con il suo corpo? Alla fine di X-Men 3 si capiva che aveva trasferito la sua coscienza nel corpo del tizio in stato vegetativo. Alcuni millantano che potesse trattarsi del suo fratello gemello, ma allora perchè si muove ancora sulla sedia a rotelle? Forse Kitty Pride ha riportato la sua coscienza indietro nel tempo dopo il suo risveglio all'ospedale, prima che venisse polverizzato dalla Fenice riscrivendo un nuovo futuro? Perchè nel film la stessa dice a Xavier: "Ce l'ha fatta professore!"? Cosa è successo? Non ci è dato saperlo. Penso che Singer non abbia voluto dare troppe spiegazioni, escludendo semplicemente tutti i fatti avvenuti al di fuori dei suoi film. Punto. Sarà comunque interessante seguire tutte le speculazioni nerd a riguardo! Qui una comoda scheda con le linee temporali create in 14 anni di saga! (http://www.widemovie.it/wp-content/uploads/2014/05/WhpIKg51.jpg)

Quicksilver. SPETTACOLARE. Spettacolare come viene presentato il personaggio, le sue capacità e la sua parentela con Magneto. Il tutto è si divertente e lascia a bocca aperta ma non è fatto con macchinazioni puerili, battutine del cavolo made in disney, non è una macchietta, non è semplicemente un ragazzino che corre veloce. Con la sua capacità percepisce il tempo lentissimo, è bloccato in una realtà al rallentatore. Per questo è petulante, senza freni, curioso di ogni cosa. La scena della cucina, ciao. Morto. Semplicemente perfetto, non vedo l'ora di scoprire come sarà la sua versione adulta (Aaron Taylor-Johnson) in Age of Ultron, anche se per la solita magagna dei diritti legati al personaggio chissà cosa accadrà.

Scene finali. Emozionanti come non mai! Come su carta la Marvel reboota i suoi personaggi, anche con questo film si effettua una sorta di reboot, cosa molto rischiosa ma Singer ce l'ha proposto come se fosse una caramella, nessuno se ne è lamentato. Solo le vicende di First Class sopravvivono, mentre tutti i film successivi vengono cancellati! Logan riesce nella sua missione, ancora una volta si carica di un grosso fardello emotivo, è l'unico a sapere cosa sia veramente successo, solo anche Xavier leggendogli nella mente alla fine del film capisce cosa sia successo. Ma cosa è avvenuto quindi nella nuova linea temporale che si è creata? Mystica ha recuperato Logan, quindi Striker non gli ha impiantato l'adamantio? Che fine ha fatto Magneto? E LA SCENA DOPO I TITOLI DI CODA?!

Deserto, un ragazzo incappucciato circondato da una folla gridante "En Sabah Nur" muove con la telecinesi enormi cubi di roccia, edificando in pochi secondi una piramide. Sullo sfondo quattro uomini a cavallo. APOCALISSE. Ci rivediamo nel 2016!!!



CAST
Hugh Jackman: Logan / Wolverine
Patrick Stewart: Charles Xavier / Professor X
Ian McKellen: Erik Lehnsherr / Magneto
Halle Berry: Ororo Munroe / Tempesta
James McAvoy: Charles Xavier / Professor X da giovane
Michael Fassbender: Erik Lehnsherr / Magneto da giovane
Jennifer Lawrence: Raven Darkholme / Mystica
Nicholas Hoult: Hank McCoy / Bestia da giovane
Peter Dinklage: Bolivar Trask
Shawn Ashmore: Bobby Drake / Uomo Ghiaccio
Ellen Page: Kitty Pryde / Shadowcat
Daniel Cudmore: Piotr "Peter" Rasputin / Colosso
Omar Sy: Lucas Bishop / Alfiere
Booboo Stewart: James Proudstar / Warpath
Fan Bingbing: Clarice Ferguson / Blink
Adan Canto: Roberto Da Costa / Sunspot
Evan Peters: Pietro Maximoff / Quicksilver
Lucas Till: Alex Summers / Havok
Evan Jonigkeit: Toad
Josh Helman: William Stryker
Gregg Lowe: Ink
Kelsey Grammer: Hank McCoy / Bestia
Famke Janssen: Jean Grey
James Marsden: Scott Summers / Ciclope
Anna Paquin: Marie D'Ancanto / Rogue

4 commenti:

  1. per prima cosa ti dico che mi piacciono molto le tue recensioni :)
    poi avrei alcune domande/considerazioni *SPOILER*:
    - nella scena, verso la fine, in cui mostrano al tg le conseguenze degli eventi (modificati) del 1973, Quicksilver guarda la televisione con in braccio una ragazzina. Chi è? E' la sua gemella? se si, perchè è più giovane? è perché lui, percependo il tempo in modo diverso, invecchia più velocemente?
    - nella scena post-titoli di coda, io non ho potuto fare a meno di pensare che la persona incappucciata sia proprio Scarlett/Wanda: primo perchè con il trucco e il cappuccio non si capisce bene e potrebbe essere una donna, secondo perchè è l'unico personaggio che mi viene in mente i cui poteri permettano l'assemblaggio rapido di una piramide. Ma allora, come ci è finita nell'antico Egitto?
    - dato che i gemelli Maximoff erano presenti anche nella scena post-titoli di coda di Cap.America, posso sperare di rivedere Evan Peters (attore che personalmente adoro) anche nel prossimo Avengers? si sa qualcosa al riguardo?

    si lo so mi faccio troppi viaggi mentali :) intanto grazie.

    RispondiElimina
  2. Ciao Vale! Ahah, grazie mille! :) :)
    Ti rispondo subito:
    - Esatto, la ragazzina dovrebbe essere Wanda, penso che l'aver deciso di inserirla più giovane rispetto a Pietro sia stata una licenza artistica del regista (o di chi per lui). Questo per ora cozza con la versione fumettistica, e fa storcere un po' il naso anche guardando il film, quante visite a sorpresa ha fatto Magneto alla signora Maximoff? Per quanto riguarda Avengers: Age of Ultron al momento non mi faccio domande, Quicksilver e Scarlett (Aaron Taylor-Johnson e Elizabeth Olsen) saranno una versione adulta di quelli presenti in X-MEN: DOFP, quindi il fatto di usare attori diversi ci sta. Spero però che il carattere del Quicksilver che ci hanno regalato non cambi di troppo, ma che maturi come dovrebbe essere :) Purtroppo dato che negli anni '80-'90 la Marvel ha dovuto vendere i diritti dei suoi personaggi a diversi studi (un po' per carenza di fondi e un po' per il successo della DC comics in quei tempi, con i film di Batman e Superman, che ha sempre avuto un unico studio cinematografico ovvero la Warner Bros.) ora si ritrova ad avere saghe in mano a diversi nomi, e unirli risulta difficile. Gli X-Men (di cui Quicksilver e Scarlet fanno parte) sono in mano alla 20th Century Fox, mentre gli Avengers (e tutti i personaggi che compaiono) ai Marvel Studios, difatti in Cap America 2 quando compaiono i gemelli non si usa mai il termine "mutanti", ma si fa riferimento a una "era dei miracoli in arrivo". Sarà interessante vedere come verrà gestita questa cosa. [scusami per essermi dilungato XD]
    - il tizio dopo i titoli di coda è Apocalisse (anche io per un istante avevo avuto qualche dubbio sulla sua identità quando l'avevano inquadrato), cosa confermata anche dai 4 cavalieri all'orizzonte nella scena. Penso sia il primo mutante in assoluto, e credo uno dei più potenti ma ti lascio a wikipedia per maggiori approfondimenti :) PS: non metto in dubbio la presenza di Quicksilver e Scarlet in X-MEN: APOCALYPSE (2016) in quanto è stata confermata la presenza degli attori (vi saranno eventi ambientati anche nel 1985 oltre che nel passato, almeno secondo le ultime indiscrezioni) http://it.wikipedia.org/wiki/Apocalisse_(personaggio)
    - O certo! Cap sarà sicuramente presente nel prossimo Avengers, e spero mantengano il carattere più determinato e maturo che è emerso in Cap America 2. Non si hanno ancora notizie sulla trama, se non che la minaccia sarà rappresentata dall'androide Ultron. Dato che fumettisticamente è nato dalla mano del personaggio AntMan, del quale il film è ancora in fase di elaborazione, non si sa come sarà presentato, anche se il regista Joss Whedon ha detto che non ricalcherà la mitologia del fumetto. Dovremo aspettare un anno ancora! :)

    RispondiElimina
  3. Grazie della risposta dettagliata :)
    Si questa cosa della ragazzina più giovane ha fatto storcere un po il naso anche a me, ma sono comunque più incuriosita che indispettita: sarà interessante vedere come si sviluppano i personaggi e se c'è un perché di questa scelta che adesso non afferriamo completamente. Il fatto dei diritti in mano a studi differenti è un pò una seccatura, perchè (devo ammettere che di questa cosa mi sono documentata dopo aver visto il film) so che i gemelli entrano veramente in contatto con gli Avengers dopo aver collaborato con gli X-Men, e non è solo come dice la gente "per fare della gran confusione". Spero che riescano gestire bene la cosa, anche se nessuna delle due case cinematografiche mi ha mai delusa fin ora (beh, a parte per Wolverine: l'Immortale, che è stato un pò il meno bello di tutti..) quindi ho fiducia.
    Ah, non avevo colto che "Apocalisse" fosse proprio il personaggio, credevo che nella recensione ti riferissi solo ai quattro cavalieri. Andrò sicuramente a leggere Wikipedia e poi contatterò gli storici per dire di dare poco peso agli Egizi che non le hanno mica progettate loro le piramidi u.u
    Bene, sono contenta delle notizie che mi dai su Avengers 2 e concordo con te sul fatto che il personaggio di Cap è molto meglio sviluppato nel secondo.. anche se devo ammettere che la parte meno nerd e più ragazza di me di è lasciata non poco distrarre da Bucky.. :)
    Va beh, direi che a questo punto non possiamo fare altro che aspettare e incrociare le dita per tutti i film che ci aspettano! :)

    RispondiElimina
  4. Ahah già! Speriamo non se la prendano troppo per questo metodo edilizio alternativo. Viste le implicazioni che Bucky ha a livello fumettistico sono sicuro che potrebbero sfruttare anche il suo personaggio per futuri film ;) Attendiamo nuove notizie! ;) ;)

    RispondiElimina