THE MACHINE

Scritto da Jacopo Braghiroli - 10/04/16
Guarda il trailer

DATI
Regia: Caradog W. James
Sceneggiatura: Caradog W. James
Durata: 91 minuti
Anno: 2013

Voto: 6,5









"In un prossimo futuro, alla vigilia di un'imminente guerra globale tra la Cina e le forze d'occidente, Vincent, uno dei migliori scienziati sulla piazza, lavora in gran segreto per il governo britannico allo sviluppo di una nuova tecnologia che permetta di costruire androidi indistruttibili e dotati di intelligenza umana. [...] Durante una sorta di provino nel quale vengono giudicati i migliori progetti di intelligenza artificiale, Vincent conosce la giovane Ava, programmatrice di talento che ha sviluppato un I.A. dalle sorprendenti capacità. Vincent sceglie così di assumere nel suo staff la giovane rampante, ma quando lei scoprirà cosa avviene in realtà nella base segreta dove hanno sede gli esperimenti, le cose saranno destinate a cambiare per entrambi."
Dopo la recente visione di Automata il gesto più istintivo che sento per descrivere questo The Machine, ahime, è fare un bel copia e incolla del parere espresso per lo scify con Antonio Banderas. Ennesima storia del genio programmatore, creatore di una macchina pronta a sostituire l'uomo, androide senziente che si fa carico dei dilemmi del proprio genitore. La tecnologia pensata per il male pronta ad evolversi per seguire la via del bene. Nulla di nuovo all'orizzonte dunque, The Machine è semplicemente "la solita storia", dalla realtà distopica ma non troppo lontana dal nostro futuro, agli sviluppi della storia, dai profili dei personaggi, ai piccoli elementi caratterizzanti (il nome dell'androide protagonista, Ava: richiamante Eva, la prima donna, abusato almeno quando Adam nel cinema di fantascienza). Il film è ottimamente realizzato considerando il contenuto budget di un milione di dollari, buona regia così come gli effetti speciali, e attori capaci (Caity Lotz su tutti) riescono a confezionare un godibilissimo prodotto, di cui però nessuno (o almeno, io) sentiva veramente la mancanza in un panorama già affollatissimo di illustri titoli. Pleonastico. 

PRO
Buon ritmo e attori capaci, la fantascienza a basso budget che ci piace

CONTRO
La solita storia



CAST
Toby Stephens: Vincent
Caity Lotz: Ava
Denis Lawson: Thomson
Sam Hazeldine: James

Nessun commento:

Posta un commento