INTO THE STORM

Scritto da Jacopo Braghiroli - 06/09/14
Guarda il trailer
 

DATI
Regia: Steven Quale
Sceneggiatura: John Swetnam
Durata: 89 minuti
Anno: 2014

[Jaco] - voto: 5
[Raff] - voto: 4
Trailer


[Jaco] - voto: 5
Il rischio di un appassionato di cinema è desensibilizzarsi di fronte ai film che vede, data la mole di pellicole che visiona, e questo potrebbe influenzare il suo giudizio, stroncando film che in realtà meriterebbero giudizi positivi. Non sono quell'appassionato di cinema. Pur consapevole che le nuove generazioni potrebbero non aver mai visto il bellissimo Twister, elogiando così questo disaster movie, Into The Storm è una zuppa di clichè del cinema catastrofico, un beverone di scene e dinamiche già viste, condito con effetti speciali non all'altezza di un film del 2014. Astuta ma poco lungimirante la scelta di inserire fra i protagonisti Richard Armitage, il Thorin Scudodiquercia della trilogia de Lo Hobbit, che senza barba e capello lungo è però irriconoscibile, azzerando l'effetto "vado al cine perchè conosco l'attore famoso". La frase cult del genere ovvero "non ho mai visto una cosa simile" fu pronosticata fin dall'uscita del trailer, e confermata ovviamente durante la visione, così come il clichè della famiglia-con-problemi-che-si-riunisce-nella-catastrofe. In più la scelta registica dell'alternare scene girate con handycam (stile Cloverfield: voto 9) dando un profumo amatoriale alla storia, con riprese cinematografiche con musica epica ha dato il colpo di grazia ad una pellicola che non ha senso di esistere. Se volete un film sui tornado ben fatto e appassionante (ci sono generi cinematografici in cui il primo film della categoria avrà vita eterna, perchè è impossibile creare nuove trame per un diamine di lungometraggio sulle trombe d'aria) procuratevi il sempreverde Twister (1996) con Helen Hunt, Bill Paxton e Philip Seymour Hoffman ed evitate di spendere soldi per questo Into The Storm.

SFOGO SPOILEROSO
Mi fate morire il cacciatore di tornado, personaggio tra l'altro piacevole, in una scena epica e non del tutto impossibile (si sono documentati casi di persone che si sono salvate dopo essere state sollevate in aria da un tornado, abbracciate ad esempio ad un materasso, perciò figuriamoci con il Titus) e mi tenete in vita i due beoni?

PRO
L'unica cosa originale sono i 30 secondi della scena con il tornado di fuoco (no spoiler, si vede nel trailer).

CONTRO
Gli altri 88 minuti e 30 secondi.



[Raff] - voto: 4
Il mockumentary ha toccato tutti, ma proprio tutti, i generi. Non poteva mancare il catastrofico. Sarebbe insulso andare a scomodare tematiche quali il rapporto tra cinema e realtà per un film(etto) come “Into the Storm”, che assurge al prototipo del mockumentary solo ed esclusivamente per questioni di moda. E ci starebbe anche, se alla base ci fosse una sceneggiatura degna di questo nome e una minima componente spettacolare per la quale valesse la pena pagare il biglietto. E invece no. Su “Into the Storm” manca tutto questo: i dialoghi sono sovente imbarazzanti, le sequenze spettacolari, brevi, piatte, fugaci e insignificanti, vengono sempre stroncate sul nascere. Parlare di trama sarebbe poi offensivo nei confronti di qualsiasi film dotato di un plot degno di tale nome. In definitiva, uno dei peggiori catastrofici di sempre, che almeno ha la dignità di non prolungarsi per più di un’ora e venti minuti, e che fa rimpiangere “Twister” (1996) fino allo sfinimento.



CAST
Richard Armitage: Gary Morris
Sarah Wayne Callies: Allison Stone
Jeremy Sumpter: Jacob
Nathan Kress: Trey
Matt Walsh: Pete
Alycia Debnam-Carey: Kaitlyn
Arlen Escarpeta: Daryl
Max Deacon: Donnie Morris
Kyle Davis: Donk
Scott Lawrence: Preside Thomas Walker
Jon Reep: Reevis
David Drumm: Chester
Brandon Ruiter: Todd White
Jimmy Groce: Dustin Cooper

Nessun commento:

Posta un commento