TRANSCENDENCE

Scritto da Jacopo Braghiroli - 28/09/14
Guarda il trailer

DATI
Regia: Wally Pfister
Sceneggiatura: Jack Paglen
Durata: 119 minuti
Anno: 2014

Voto: 6,5
Trailer



Il tema del rapporto uomo-macchina, sfondo di ogni film di fantascienza, viene qui portato ai limiti, proponendo allo spettatore la seguente domanda: cosa accadrebbe ad una mente umana trasferita in un computer? Transcendence risponde a questo quesito in maniera molto verosimile, dipingendo un futuro nemmeno troppo lontano. Il trailer, i nomi dei protagonisti e del regista, storico direttore della fotografia di Christopher Nolan (qui nelle vesti di produttore), avevano portato ad alti livelli le aspettative e la curiosità per questo film. Il prodotto finale è molto buono, ma contiene purtroppo diversi elementi che ne minano la qualità.  Molte erano le implicazioni che questa storia avrebbe potuto trattare, il libero arbitrio, cosa sia giusto cosa sbagliato, il futuro della società. Ma si è voluto invece imboccare lo spettatore con l'assunto che Johnny Depp = cattivo. Ma io non sono riuscito a sentire questa cattiveria nemmeno una volta nel film. Il Depp umano è uno scienziato dedito al suo lavoro, e innamorato della sua compagna (interpretata dalla brava Rebecca Hall, protagonista di un rapporto molto ben gestito nel film perchè di supporto alla storia e per niente melenso e stucchevole) la cui aspirazione è quella di capire come funziona il mondo. Trasferitosi in un supercomputer perchè mai sarebbe dovuto diventare cattivo? Non capisco perchè si sia scelto di percorrere questa via narrativa. Come sempre quando critico un film non significa che ne sconsigli la visione, ma anzi, è un modo per sapere quali sensazioni scateni in voi. Transcendence rimane un discreto film di fantascienza, con ottimi effetti speciali utili alla narrazione e alcuni spunti di riflessione, non rimarrà purtroppo nei ricordi degli anni futuri. Il 2014 non sta regalando molti film memorabili. 


PRO
Interessante sviluppo del tema uomo-macchina, trattato verosimilmente

CONTRO
Attori non sfruttati appieno
Registicamente poco originale, si sente l'ombra del "papà" Nolan nell'operato di Pfister
Tentativo di dipingere come cattivo il protagonista principale, quando ciò non sembra mai del tutto vero


CAST
Johnny Depp: Will Caster
Rebecca Hall: Evelyn Caster
Paul Bettany: Max Waters
Morgan Freeman: Joseph Tagger
Cillian Murphy: Agente Buchanan
Kate Mara: Bree
Cole Hauser: Colonnello Stevens
Clifton Collins Jr.: Martin
Josh Stewart: Paul
Wallace Langham: Dottor Strauss
Lukas Haas: James Thomas

Nessun commento:

Posta un commento