GUARDIANI DELLA GALASSIA

Scritto da Jacopo Braghiroli - 13/06/16
Guarda il trailer

DATI
Regia: James Gunn
Soggetto: Dan Abnett, Andy Lanning
Sceneggiatura: James Gunn, Nicole Perlman
Durata: 121 minuti
Anno: 2014

Voto di [Jaco]: 8
Voto di [Raff]: 7,5
Trailer







Voto di [Jaco]: 8
Una piacevole sorpresa! Le notizie oltre oceano non si sono smentite, ai non lettori dei fumetti Marvel l'annuncio di questo sconosciuto manipolo di eroi non aveva acceso alcun particolare interesse, ma più il tempo passava più la curiosità aumentava, e finalmente sono sbarcati nei nostri cinema. Ciò che si presenterà ai nostri occhi è un intero universo, fatto di intrecci, personaggi e nuovi mondi, e assaporeremo quell'aria esotica e colorata "alla Star Wars" (la Disney vuole dare un assaggio di cosa è in grado di fare in vista dell'arrivo di Episodio VII?) che ci porterà tra avventura e azione, quel duo di ingredienti nelle giuste dosi che da tempo non si vedevano in un blockbuster. Chris Pratt (che rivedremo la prossima primavera come protagonista in Jurassic World), Zoe Saldana, Bradley Cooper, Dave Bautista (possibile futuro da attore come il mitico collega wrestler Dwayne "The Rock" Johnson?), Vin Diesel, Benicio del Toro, e tanti altri nomi famosi farciscono la storia regalando ottime performance, i personaggi principali sono ben definiti e ritroveremo alcuni volti noti visti in diverse scene "dopo-i-titoli-di-coda" dei passati cinecomics... Il folle gruppo dei Guardiani della Galassia funziona alla grande e tanti sono i possibili spunti futuri per esplorare questo nuovo scorcio di Marvel Universe. Consiglio a tutti questo film, sia agli appassionati sia a chi ama il genere avventura! Seguiranno numerose chiaccherate nerd dopo la visione, questo è assicurato! 


Voto di [Raff]: 7,5
Piccolo grande squarcio di luce in mezzo a tanta monotonia di casa Marvel (escluso il secondo capitolo di Captain America, che è un film superlativo), questo Guardiani della Galassia inizia con un inaspettato pugno nello stomaco. La seriosità del tutto resta però confinata all’incipit, e non è per forza un male. La pellicola infatti stupisce per la capacità con la quale riesce a far coesistere ironia, ritmo forsennato e spettacolo esaltatissimo. Pullula di coloratissimi e simpaticamente chiassosi effetti speciali, mantenendo uno standard qualitativo assimilabile ai due ultimi Star Trek (certo, con ben minor spessore rispetto ai film di Abrams). Guardiani della Galassia è una di quelle opere che, come i due G.I. Joe e Tartarughe Ninja (2014) di Liebesman, hanno l’effetto di un bicchiere d’acqua fresca in estate: leggermente piacevole e veloce, volutamente non intenzionato a lasciar traccia di sé nel lungo andare. Paradossalmente, film così sono invece rari, perché quella che ho enunciato poc'anzi è una capacità purtroppo non frequente oggigiorno. Quest'ultimo film partorito dalla Marvel e diretto dal buon James Gunn (già regista dell’ottimo Super, 2010) è un fumettone pop spassosamente strampalato ma non fracassone, gustosamente arricchito da una colonna sonora il cui sapiente inserimento nel plot (le bellissime canzoni anni ’70 e ’80 ascoltate da Peter Quill durante il film hanno per lui una fortissima componente affettiva) conferisce al tutto un’inedita aria nostalgica.


PRO
Si torna col sorriso e gli occhi sgranati per un film Marvel!
Colonna sonora creata su un oggetto di un personaggio.
Effetti speciali.

CONTRO
Finale "Disney style".


PILLOLE DI CINEMA [fonte: wikipedia]
[ATTENZIONE SPOILER] 
Le differenze dal fumetto
- Nel film, la madre di Star-Lord muore di cancro mentre nei fumetti è il marito ad ucciderla in quanto riconosce che il bambino non è suo figlio. Quanto al vero padre, Peter nel film è detto essere "mezzo Terran" mentre nei fumetti è figlio del principe Sh'Iar J'son.
- Nei fumetti, Peter cresce sulla Terra e da adulto diventerà un astronauta; durante una missione nello spazio incontrerà una misteriosa entità aliena (il "Signore del Sole") che gli donerà il manto di Star-Lord. Nel film, Peter è cresciuto da criminali alieni ed è egli stesso a definirsi pomposamente Star-Lord.
- Nel film la personalità di Star-Lord è stata resa molto più vivace e burlona, quasi sulla falsa riga del personaggio di Iron Man interpretato da Robert Downey Jr.
- Nel film Gamora tradisce il padre adottivo Thanos in quanto scopre che è il responsabile della morte della sua famiglia e perché pentita delle stragi che ha commesso al suo servizio. Nei fumetti, Thanos non ha ucciso la famiglia di Gamora (è stata la Chiesa Universale della Verità), anzi ha salvato la bambina e l'ha allevata come una figlia, affezionandosi realmente a lei e non solo per usarla per i suoi scopi come aveva inizialmente previsto. Gamora tradirà effettivamente Thanos nei fumetti ma solo per amore di Adam Warlock.
- Nebula nel film è presentata come figlia adottiva di Thanos, come Gamora, mentre nei fumetti ella si spaccia solo per nipote di Thanos per incrementare la sua fama e la sua reputazione ma non ha alcun vero legame con il Titano. Nei fumetti Nebula è a capo di una banda di pirati e razziatori cosmici e porta una folta chioma azzurra, al contrario della pelata del film.
- Gamora nei fumetti è molto più fredda, attaccabrighe e di poche parole (quasi la personalità che invece è stata attribuita alla Nebula del film) rispetto al film dove invece si apre a cuor leggero verso Star-Lord, pur conoscendolo da poco. Inoltre, la Gamora fumettistica è totalmente disinibita sessualmente e ama sedurre qualsiasi bell'uomo gli capiti a fronte.
- Drax nei fumetti si chiama Art Douglas ed è un terrestre che viveva in California; durante un viaggio in aiuto, lui e la sua famiglia ebbero la sventura di imbattersi in Thanos che non esitò ad ucciderli sul colpo. Kronos, il dio degli Eterni di Titano (popolo a cui appartiene Thanos) decise di resuscitare Art nella forma sovrumana di Drax il Distruttore e gli assegnò il compito di uccidere Thanos, che, anche per vendetta personale, divenne l'unico scopo della vita del guerriero. Nel film, non vengono esplorate chiaramente le origini di Drax ma viene lasciato intendere che non sia umano e la sua famiglia è stata uccisa da Ronan non da Thanos (è ignoto come egli sia sopravvissuto). Il suo aspetto si ispira alla versione moderna del personaggio a partire dalla Run di Abnett e Lanning, nel quale, rispetto al classico Drax, è molto meno forte fisicamente e incapace di volare e manipolare l'energia (inoltre usa due pugnali per combattere).
- Come Starlord, anche Drax ha subito un cambiamento radicale nella personalità ricomprendo a volte perfino il ruolo di figura comica. Nei fumetti, è totalmente freddo e spietato, disinteressato a qualsiasi cosa tranne compiere la sua vendetta. 
- Nel film, le Kyln sono un semplice carcere per criminali dai vari pianeti dell'universo gestito dai Nova Corps, mentre nei fumetti sono prigioni cosmiche antichissime (furono create quando l'universo era giovane da un architetto ignoto perfino a esseri potenti come Galactus) progettate per contenere minacce di portata universale.
- Ronan l'Accusatore, nel film, è un malvagio fanatico guerrafondaio che si rifiuta di accettare la pace tra il suo popolo e i rivali storici e decide quindi di allearsi con Thanos pur di ottenere il potere di sterminarli tutti. Nei fumetti, sebbene abbia iniziato la sua storia come avversario dei Fantastici 4, Ronan è un anti-eroe ligio al suo dovere e al suo popolo, cosa che lo ha portato spesso in conflitto con i supereroi terresti, ma è un guerriero leale con un forte senso dell'onore che risparmia sempre i suoi avversari se si arrendono e punisce i criminali e i malvagi. Nelle storie più recenti, Ronan è definitivamente diventato un eroe quando ha ucciso la corrotta Intelligenza Suprema e ha assunto la guida dell'Impero Kree, stringendo accordi di alleanza con i Vendicatori e gli eroi terrestri, nonché con il popolo degli Inumani, dopo essersi sposato con Crystal. In particolare, Ronan ha combattuto fianco a fianco con Star-Lord e i Nova Corps durante la guerra Annihilation. Nel film, il colore predominante del suo costume è il nero mentre nei fumetti è il verde.
- Ronan e Thanos non si sono mai alleati nei fumetti ed il Folle Titano non ha mai incaricato sottoposti di trovare le Gemme dell'Infinito per lui ma se le è prese personalmente.
- Nel film, il Collezionista rivela che le Gemme dell'Infinito sono state usate come strumenti da potenti alieni che si intuisce essere i Celestiali, mentre nei fumetti la vera natura delle Gemme era ignota a tutti tranne che a Thanos prima che il Titano la palesasse componendo il Guanto dell'Infinito.
- Nel film, Karina è la schiava del Collezionista e muore nel tentativo di impadronirsi della Gemma per ucciderlo e divenire libera. Nei fumetti, Karina è la figlia del Collezionista e giocherà un ruolo chiave nella saga di Korvac (una delle storie più celebri dei Vendicatori).
- Nei fumetti, è esistito un gruppo chiamato "I Guardiani della Galassia" che precede quello mostrato nel film. Gli originali Guardiani della Galassia erano un gruppo di supereroi nel XXXI secolo. I Guardiani della Galassia della nostra epoca invece decisero di adottare questo nome dopo aver conosciuto un membro di tale gruppo ovvero il maggiore Victory.
- Yondu nel film è un criminale ed uno dei banditi che ha rapito Peter mentre nei fumetti è un supereroe e un membro dei Guardiani originali.
- Nel film sono assenti diversi membri della formazione dei Guardiani della Galassia nei fumetti: Adam Warlock, Quasar, Dragoluna, Jack Flag, Mantis, Phyla-Vell e Cosmo (quest'ultimo nel film fa solo un cameo).
- In una delle vetrine del museo del collezionista sono presenti i parassiti alieni di Slither, uno dei film diretti dal regista James Gunn.
- Sempre in una vetrina del Collezionista si può vedere un elfo oscuro del film Thor: The Dark World, ed un chitauro di The Avengers.



CAST
Chris Pratt: Peter Quill/Star-Lord
Zoë Saldaña: Gamora
David Bautista: Drax il Distruttore
Vin Diesel: Groot
Bradley Cooper: Rocket Raccoon
Lee Pace: Ronan l'accusatore
Benicio del Toro: Taneleer Tivan/Collezionista
Karen Gillan: Nebula
Josh Brolin: Thanos
Michael Rooker: Yondu
Djimon Hounsou: Korath
John C. Reilly: Rhomann Dey
Glenn Close: Comandante Rael
Ophelia Lovibond: Carina Walters

Nessun commento:

Posta un commento