NECROPOLIS

Scritto da Jacopo Braghiroli - 27/11/14
Guarda il trailer

DATI
Regia: John Erick Dowdle
Sceneggiatura: John Erick Dowdle, Drew Dowdle
Durata: 90 minuti
Anno: 2014

[Jaco] - voto: 7,5
[Raff] - voto: 1
Trailer

[Jaco] - voto: 7,5
Scarlett (Perdita Weeks) è un'archeologa che, seguendo le orme paterne, è in cerca della mitica pietra filosofale. Manufatto leggendario o oggetto realmente esistito? La protagonista verrà in possesso di antichi indizi che indicherebbero la presenza di una stanza segreta nell'intricato cunicolo di catacombe presenti nei sotterranei di Parigi. Dove è situata la stanza e cosa nasconde la necropoli? Titolo originale, As Above So Below. Un bel film horror stile mockumentary ambientato a Parigi per una serata casalinga di tensione. Dopo innumerevoli titoli che hanno provato a ricreare le atmosfere cupe e terrificanti di Cannibal Holocaust (voto 9) o Blair Witch Project (voto 9) tra cui i vari Paranormal Activity, Rec e compagnia bella, un altro horror girato in stile amatoriale riesce a fare la sua bella figura. Due sono le cose attraverso le quali il film riesce a distinguersi dalle altre produzioni, una bella trama non banale, ricca di mistero e materiale su cui fantasticare, tra alchimia e forze ultraterrene, e una videocamera non gestita da un personaggio attivo della storia, ma da una sorta di operatore invisibile, garantendo così l'assenza delle tipiche scene (cadute della videocamera, battute forzate) viste in altre pellicole. Consigliato agli amanti del brivido!


PRO
Si distingue dai precedenti film sul genere

CONTRO
A tratti battute un po' banali
Chi è stanco della formula found footage eviti Necropolis




[Raff] - voto: 1

Ci sono film talmente brutti che meriterebbero il rogo in piazza: Necropolis non è volgare o amorale, ma semplicemente orrendo e insopportabile. L’idea delle catacombe sotto Parigi era già stata affrontata con esiti disastrosi da quel trash mancato di Catacombs – Il Mondo dei Morti (2007). Ma a quanto pare non è bastato. A far rabbia è che l’idea alla base di Necropolis sarebbe anche interessante. La pratica cinematografica del mockumentary prima subentra e poi viene abbandonata secondo le discutibili necessità dello svolgimento narrativo. Già questo fatto dimostra una totale mancanza di sicurezza da parte di chi sta dietro la macchina da presa. Ma chiedo umilmente perdono per aver parlato di svolgimento narrativo, poiché trattasi di un elemento completamente estraneo al film in analisi. C’è pochissimo altro da dire su Necropolis, giacché ci troviamo davanti a un fallimento sotto tutti i fronti, senza capo né coda, suspense o impatto di qualunque tipo, e che deflagra presto in una noia mortale e rivelandosi interminabile nonostante la brevissima durata. Siamo ai livelli del peggior Paranormal Activity. Forse neanche, perché almeno ci si divertiva a indovinare quale diavoleria gli sceneggiatori si sarebbero inventati nella sequenza (notte) successiva, in quale strambo modo avrebbe di nuovo colpito il fantasma di turno, riuscendo così a fare scorrere quell’ora e un quarto senza far provare allo spettatore l’impulso di dover tirare tutte e due le scarpe contro lo schermo (come invece sarebbe lecito fare per il film recensito). Un’opera talmente povera che non riesce neanche a “elevarsi” a status di scult.


CAST
Perdita Weeks: Scarlett
Ben Feldman: George
Edwin Hodge: Benji
Francois Civil: Papillon

Nessun commento:

Posta un commento