MAZE RUNNER - IL LABIRINTO

Scritto da Jacopo Braghiroli - 08/12/14
Guarda il trailer

DATI
Regia: Wes Ball
Soggetto: James Dashner (romanzo)
Sceneggiatura: James Dashner
Durata: 114 minuti
Anno: 2014

[Jaco] - voto: 6,5
[Raff] - voto: 7,5
Trailer

[Jaco] - voto: 6,5
Pellicola di fantascienza ambientata in un futuro distopico, tratta dal romanzo Il Labirinto (2009) scritto da James Dashner. Come facilmente potrete immaginare guardando la locandina, il film parla di un gruppo di ragazzi rinchiusi al centro di un labirinto. Perchè sono li? Chi ve li ha portati? Perchè non sono ancora riusciti a trovare una via di fuga? Cosa c'è al di fuori del labirinto? Queste sono le premesse altisonanti di Maze Runner. Se siete rimasti incuriositi guardatevi il film. Se l'avete già visto, se avete letto i libri, o se non volete delusioni ora butto li una doverosa nota spoilerante. Le domande poste sopra rimarranno senza risposta. Esatto. Non c'è alcuna spiegazione a tutto ciò che accade durante le due ore di storia, dovremo attendere il prossimo film. 

PRO
Avventura piena di mistero.

CONTRO
Troppo mistero, a conti fatti l'intero film è un enorme filler per qualcosa che forse sarà mostrato nel prossimo capitolo.
Il protagonista è il re delle domande retoriche.


RIFLESSIONE PERSONALE
Vediamo un pullulare di film basati su racconti di fantascienza per la fascia young-adult, capostipite dei quali a mio parere è Hunger Games. Ognuno di loro sviluppa un tema, descrive l'universo nel quale ci troviamo e cerca di dare risposte alle domande che compaiono durante la narrazione. La brutta sensazione che ho avuto alla fine del film è di aver fatto un viaggio inutile. Come quando devi andare a prendere le uova per fare la torta e trovi la coop chiusa. Per quale diavolo di motivo [SPOILERONE] dovresti mettere trenta ragazzini (la fiera della salsiccia) colpiti da amnesia in un labirinto protetto da giga scorpioni biomeccanici che possono ucciderti/pungerti e iniettarti un liquido che ti fa tornare la memoria? Guarderò il secondo capitolo per odio nei confronti del primo. Lo stesso meccanismo per il quale continuo a passare ad una successiva puntata di The Walking Dead. Odio.



[Raff] - voto: 7,5 
Maze Runner è una sorpresa, qualcosa di diverso rispetto all’omogeneità di epigoni e predecessori. Siamo infatti dalle parti della rivisitazione in chiave adolescenziale dei generi horror e fantascienza, partita con Twilight (2008) e tutt’ora in auge con prodotti discreti quali la saga di Hunger Games e falle imperdonabili come Divergent (2014). Maze Runner è ci fa respirare quella genuina aria da film di serie B che similmente avevamo assaporato in opere come Waterworld (1995) e Fuga da Absolom (1994). Ci troviamo di fronte a quella che potremmo considerare – lontanamente – una versione fanta-horror de Il Signore delle Mosche di William Golding (indubbia fonte ispiratrice del romanzo di partenza dal quale è stato tratto il film in analisi). Qui però non vi sono pretese teoriche come nel libro di Golding, “solo” genere allo stato puro. Ma è soprattutto un’altra caratteristica a fare grande Maze Runner: dopo l’entrata in scena della ragazza chiunque si sarebbe aspettato la telefonata relazione amorosa con il protagonista, espediente che avrebbe affossato il film abbassandolo al livello del peggior Twilight o delle pellicole menzionate all’inizio. E invece no: il film scarta abilmente questa strada stantia per restare solidamente ancorato alle proprie radici (e, soprattutto, far rimanere noi spettatori saldamente attaccati alla poltrona), al proprio plot, all’azione come forza motrice per un intrattenimento di qualità. Il tutto non trascurando la componente spettacolare, mantenendo la tensione in un costante crescendo e flirtando sapientemente con l’horror. Chiedere di più sarebbe stato ingiusto. Non resta ora che aspettare il secondo round.


CAST
Dylan O'Brien: Thomas
Kaya Scodelario: Teresa
Will Poulter: Gally
Thomas Brodie-Sangster: Newt
Patricia Clarkson: Ava Paige
Ki Hong Lee: Minho
Aml Ameen: Alby
Don McManus: Uomo mascherato
Joe Adler: Zart
Blake Cooper: Chuck
Jacob Latimore: Jeff

Nessun commento:

Posta un commento