THE CANYONS

Scritto da Raffaele Mussini - 26/05/17
Guarda il trailer

DATI
Regia: Paul Schrader
Sceneggiatura: Bret Easton Ellis
Durata: 99 minuti
Anno: 2013

Voto: 5
Trailer

Squallore. Tutto è squallore. E dietro questo squallore vi è il privilegio, quello di chi abita nelle ville losangeline, porta abiti firmati e guida macchine lussuose. Ma è un privilegio del tutto estraneo al fascino, all’insegna di un vuoto morale devastante. Questo vuoto attraversa tutto il film e si espande come un cancro, quasi fosse un contagio che i personaggi si trasmettono a vicenda. Nonostante regia, fotografia, e inquadrature siano degne di un maestro come Paul Schrader, il ritmo è inesistente, la trama insignificante, se non atta a mostrare quanto le nostre esistenze siano state irreversibilmente cannibalizzate dalla rete. In questa devastazione giovanile, però, non splende neppure un po’ il barlume di quella redenzione che è sempre stata il tema portante di tutto il cinema del regista. Lo svolgimento del plot è talmente privo di qualsiasi attrattiva da risultare insulso, senza ragion d’essere, vano, a tratti quasi disgustoso e insopportabile, tanto da rendere il film un macigno nonostante la breve durata. Non c’è piacere della visione, nessun interesse che ci porti a stare seduti davanti allo schermo per dieci minuti ancora (se non la diligenza di chi vuole a tutti i costi arrivare alla fine per rispettare il solo principio di completezza). Con quest’opera, colui che in passato si dimostrò autore con la A maiuscola rende definitivamente nota la morte del proprio talento, della propria voglia di raccontare e appassionare. Poi è vero, qui c’è molto di “American Gigolò”: la vanità del lusso e della ricchezza, il sesso deleterio e la centralità del ruolo del denaro. Ma se film del 1980 è specchio del proprio decennio come “The Canyons” lo è dei nostri tempi, c’è veramente da preoccuparsi. Perché quello qui dipinto è un mondo in catafascio, svuotato da tutto poiché l’unico ancoraggio di questa società sono Internet, la messaggistica istantanea, la chat e i video su YouTube elevati a edificatori del nostro io e dei nostri rapporti con gli altri.


CAST
Lindsay Lohan: Tara
James Deen: Christian
Nolan Gerard Funk: Ryan
Amanda Brooks: Gina
Tenille Houston: Cynthia
Gus Van Sant: Dott. Campbell

Nessun commento:

Posta un commento