HER

Scritto da Jacopo Braghiroli - 26/03/14
Guarda il trailer

DATI
Regia: Spike Jonze
Soggetto: Spike Jonze
Sceneggiatura: Spike Jonze
Durata: 126 minuti
Anno: 2013

Voto: 8



Ci sono film che vanno analizzati, che possono essere sezionati in tutte le loro peculiarità di trama, tecnica registica, tematiche affrontate. Ma questo è un film sui sentimenti dell'uomo, e perciò è inutile dare pareri, nessun PRO o CONTRO, perchè ognuno vedrà ciò che vorrà vedere e sentirà ciò che vorrà sentire, anche a seconda del proprio vissuto amoroso. Her, o Lei, è ambientato in un futuro non troppo lontano (purtroppo), dove Joaquin Phoenix, impiegato alla [il lavoro di Joaquin è troppo particolare per spoilerarvelo, godetevi il film] decide di aggiornare il proprio computer con un nuovo sistema operativo che sembra imitare la coscienza ed il comportamento umano, così come i sentimenti. Il film è a mio parere un enciclopedia dalla A alla Z di tutte le sensazioni che possono presentarsi nella vita sentimentale di una persona, ed anche se la storia raccontata è particolarmente inusuale, noi siamo li con i personaggi, siamo immersi nell'universo creato dal film. L'uomo nasce solo e muore solo, la condivisione di questa solitudine con altre persone è davvero un gesto incondizionato? Teniamo davvero a chi ci sta accanto, o è solo una bugia che raccontiamo a noi stessi per non sentirci soli? Perchè lo facciamo? Chi crede fortemente nelle proprie azioni ha una sola risposta a tutti questi interrogativi. Questa risposta viene data durante lo scambio di battute tra due personaggi di un altro celebre film che riporto qui sotto:

"Perché signor Anderson? Perché? Perché? Perché lo fa? Perché si rialza? Perché continua a battersi? Pensa veramente di lottare per qualcosa a parte la sua sopravvivenza? Sa dirmi di che si tratta, ammesso che ne abbia coscienza? È la libertà? È la verità? O magari la pace... Non mi dica che è l'amore! Illusioni, signor Anderson, capricci della percezione, temporanei costrutti del debole intelletto umano, che cerca disperatamente di giustificare un'esistenza priva del minimo significato e scopo! Ogni costrutto è artificiale quanto Matrix stessa, anche se devo dire che solo la mente umana poteva inventare una scialba illusione come l'amore! Ormai dovrebbe aver capito signor Anderson, a quest'ora le sarà chiaro, lei non vincerà, combattere è inutile! Perché, signor Anderson? Perché? Perché persiste?!"
"Perché così ho scelto."


CAST
Joaquin Phoenix: Theodore Twombly
Amy Adams: Amy
Rooney Mara: Catherine
Olivia Wilde: Ragazza
Chris Pratt: Paul
Portia Doubleday: Isabella
Luka Jones: Mark Lewman
Matt Letscher: Charles
Laura Kai Chen: Tatiana
Gracie Prewitt: Jocelyn

Nessun commento:

Posta un commento