AKIRA

Scritto da Jacopo Braghiroli - 12/01/16
Guarda il trailer

DATI
Regia: Katsuhiro Ōtomo
Soggetto: Katsuhiro Ōtomo (graphic novel)
Sceneggiatura: Katsuhiro Ōtomo, Izo Hashimoto
Durata: 124 minuti
Anno: 1988

Voto: 9








Nel 2019 post-atomico di una Neo-Tokyo dilaniata da violenza e scontri tra governo e ribelli, l'elemento più giovane e in difficoltà di una gang di motociclisti, Tetsuo, si scontra con uno strano ragazzino dalla pelle verde, finendo per attirare l'attenzione di misteriosi agenti governativi, che lo rapiscono per sottoporlo a esperimenti. Il fantomatico progetto Akira, tenuto nascosto dalle autorità e dal temibile Colonnello Shikishima, si impadronirà della vita di Tetsuo che inizierà a sfuggire al controllo di chiunque. Trasposizione cinematografica dell'omonimo manga, Akira è un capolavoro dell'animazione giapponese che ha cambiato per sempre l'approccio a questa arte. Per la sua realizzazione è stato necessario creare la società Akira Committee, nella quale sono confluite dieci delle maggiori compagnie di produzione cinematografica giapponese (tra cui Kodansha, Mainichi Hosho, Bandai, Toho, Laser Disc Corporation, Tokyo Movie Shinsha). Questa procedura si è resa necessaria per riuscire ad accumulare il budget di un miliardo di yen (negli anni ottanta il budget per i film giapponesi era di circa 100-200 milioni di yen). Assieme all'enorme mobilitazione di forza lavoro, competenze, ed innovazioni (animatori, disegnatori, computer grafica, doppiaggio) messe in gioco per la sua realizzazione, Akira porta con se una dirompente onda di messaggi sociali ed immagini evocative che accendono l'impeto emotivo degli spettatori, ancora oggi dopo quasi trent'anni dalla sua uscita. Il governo, l'esercito e Tetsuo sono facce diverse della stessa medaglia, il potere chiama altro potere e nulla sembra ostacolare questa macchina divoratrice, che distrugge tutto e tutti senza alcun rancore. Dalla parte opposta i civili e gli amici di Testuo sono inermi individui che si aggrappano a false speranze, ben lontani dal poter conoscere la verità su ciò che sta accadendo, marionette impotenti sovrastate da forze superiori. Solo la legge della natura può portare equilibrio in questo caos. In un mondo ancora oggi tormentato da guerre, ingiustizie e violenza, dove politici corrotti, ignoranza e stupidità sembrano sempre prevalere, il film diventa un dipinto nel quale poterci rispecchiare. Non tiratevi indietro dal dare uno sguardo a quest'opera meravigliosa, merita diverse visioni per cogliere appieno il significato di ogni sua scena.


PRO
Una rappresentazione perfetta di ciò che significa "fame di potere"
Tecnica d'animazione d'avanguardia, valida ancora oggi 

CONTRO
Sei volumi da 400 pagine l'uno ridotti a due ore di film 


DOPPIATORI ITALIANI
Angelo Maggi: Kaneda
Alessandro Quarta: Tetsuo
Paolo Buglioni: colonnello Shikishima
Antonella Baldini: Kay
Fabrizio Pucci: Ryū
Valerio Ruggeri: Dottor Ōnishi
Monica Ward: Kaori
Fabio Boccanera: Kai
Massimo Corizza: Takashi
Graziella Polesinanti: Kyoko
Mario Milita: Primo Ministro
Andrea Ward: Teppista
Francesco Prando: Yamagata

Nessun commento:

Posta un commento