DIANA - LA STORIA SEGRETA DI LADY D.

Scritto da Raffaele Mussini - 03/09/16
Guarda il trailer

DATI
Regia: Oliver Hirschbiegel
Soggetto: Kate Snell (biografia)
Sceneggiatura: Stephen Jeffreys
Durata: 113 minuti
Anno: 2013

Voto: 4

Bisogna stare attenti quando si ha a che fare con le biografie, perché quello biografico è un genere da maneggiare con le pinze. In caso contrario, si rischia di realizzare pasticci come quello in analisi. Oliver Hirschbiegel, già autore del trascurabile e sopravvalutatissimo La Caduta - Gli Ultimi Giorni di Hitler (2004), tocca qui il punto più basso della propria carriera, affossando la vita e la persona di Lady Diana Spencer in una polpetta sentimentale e superficiale degna di Beautiful. Un film sconclusionato e inconcludente, con una sceneggiatura ai livelli del peggiore Twilight: si cerca di raccontare a tutti i costi la stori(ell)a d’amore “proibito”, trascurando ogni altro aspetto (quello politico in primis) della vita della donna. La mancata somiglianza tra l’attrice e la Principessa di Galles è un ulteriore punto a sfavore, anche se Naomi Watts nel suo piccolo ce la mette tutta in quanto a performance. Pathos, emozione e – in una parola – il cinema sono da cercarsi altrove, e il sigillo del fallimento (qualora vi fossero ancora dei dubbi sul carattere fallimentare dell’operazione) è un finale che chiama spudoratamente e pacchianamente le lacrime. Così, di fronte a uno dei peggiori biophic degli ultimi anni, mentre noi spettatori ci addormentiamo sulla poltrona, la povera Lady D. si rivolta nella tomba.


CAST
Naomi Watts: Lady Diana Spencer
Naveen Andrews: Dott. Hasnat Khan
Cas Anvar: Dodi Al-Fayed
Geraldine James: Oonagh Toffolo
Juliet Stevenson: Sonia
Charles Edwards: Patrick Jephson
Laurence Belcher: Principe William
Harry Holland: Principe Harry
Michael Byrne: Christiaan Barnard
Douglas Hodge: Paul Burrell
Charlie Mossini: Trevor Rees-Jones
Daniel Pirrie: Jason Fraser
Raffaello Degruttola: Mario Brenna
Leeandra Reddy: Nasreen
Art Malik: Samundar
Prasanna Puwanarajah:Martin Bashir

Nessun commento:

Posta un commento